Capitolo 1: Incontro [PT5]

Erano le 8:12 di mattina quando Anna svegliò Jake scuotendolo con forza; lui aprì rapidamente gli occhi, ma non fece in tempo a pronunciare parola, che in modo abbastanza convulso la ragazza disse: —Jake, conoscono la nostra posizione, dobbiamo subito andare via!— poi continuò indicando lo zaino di Jake per terra: —Mi sono presa la libertà di riempirti lo zaino di provviste e.. alcune cose utili.— successivamente prese un cellulare dal tavolo e lo diede al ragazzo: —Tieni, questo cellulare ti permetterà di chiamarmi in totale sicurezza, nel caso dovessimo perderci.. Ora sbrigati!— Sicuramente Jake si aspettava un risveglio meno sconvolgente, ma non c’era tempo, ed inoltre doveva svolgere quanto Anna gli ordinava; perciò senza ulteriori indugi si alzò di scatto, ed immediatamente lei lo tirò per la mano guidandolo per la casa. Si diressero verso l’uscita principale, e non appena Anna spiò dalla finestra per vedere se ci fosse qualcun’ altro ad aspettarli, bastò solo un attimo per capire che erano stati completamente circondati dagli agenti delle “Triple S”. Continua a leggere

Capitolo 1: Incontro [PT4]

Anna rimase un po’ perplessa, com’era possibile che non ne sapesse nulla? Nonostante ciò cominciò a spiegare, e fissandolo negli occhi disse: —Devi sapere che l’organizzazione segreta chiamata Triple S, che “ripristinò” la corrente elettrica in tutto il mondo nel 2018, ora ha il pieno  controllo su ogni genere di comparto societario, perciò ogni cosa è in suo possesso; a partire da beni primari come la luce, fino a giungere anche al più insulso oggetto. Ora non so che ci facessero, o che intezioni avessero nel conoscere tuo padre, o per giunta che interessi e legami avrebbe tuo padre con loro; tanto che ingenuamente all’inizio pensavo che stessero facendo controlli a casa tua! Ma l’atteggiamento troppo sereno di tuo padre, non so, mi manda in confusione… Possibile che tu non abbia mai notato nulla di strano? Dove hai vissuto tutti questi anni!?—

Jake rispose: — Devi sapere che proprio nel 2018 io e mia madre siamo stati coinvolti in un brutto incidente d’auto.. Lei morì sul colpo, mentre io andai in coma per circa un anno. Per il resto io e mio padre abbiamo un rapporto che definirei quasi inesistente, se non fosse per il fatto che sono proprio suo figlio. Per questo parliamo poco e niente, e di conseguenza la sua vita privata mi è occultata tanto quanto lo è per te ora!—

Continua a leggere

Capitolo 1: Incontro (Parte 3)

Immagine

La strada da fare non era poca, perché purtroppo casa di Jake era distante dal centro della città, e casa di Anna era qualche isolato più avanti. Durante il tragitto Jake, a causa della sua già ben nota ritrosia, tendeva a non dare il benchè minimo segnale di tutta l’euforia che albergava in lui. D’altro canto il giovane conduceva una vita piuttosto monotona, una routine che di certo non gli giovava, perciò ogni qualvolta capitava qualche che andasse al di fuori degli schemi lo rendeva felice. Continua a leggere

SONDAGGIO: Che giorno Pubblicare Power In My Hands?

Capitolo 1: Incontro (Pt 2)

1889415_541711562614062_2145712928_o

Fuori dalla porta di casa a Jake si presentava uno scenario cupo, quasi ostile, la Città di  Hydem. Ormai anche essa sotto il Controllo delle “Triple S”, come molte in altre città, vennero ripristinate alcuni funzioni di primaria importanza, tra cui Internet.

Molto incomprensibile fu questa azione di rimodernizzazione, con un impiego di ingenti capitali per quel tempo, su una città così apparentemente irrilevante, come quella di Hydem; questa piccola città di solo 16.000 abitanti, abbandonata ed ormai in rovina. Nonostante ciò l’interesse delle “Triple S” si fece notare; le voci che giravo fra vicoli e stradine, parlavano di una sorta di leggenda, dell’esistenza di una miniera nascosta nelle profondità del sottosuolo di Hydem City.

Continua a leggere

CONTEST: Scrittura

scrittura-creativa

Hola!
Visto che sto ricevendo molte richieste da parte di persone che vogliono aiutarmi sotto il profilo della trama ho deciso di avviare un constest!

Scrivete voi il vostro prologo per Power in my Hands prendendo come fedele guida il Prologo già esistente, sistemando eventuali buchi di trama o rendendolo più dettagliato.

Una volta finito inviate tutto via Mail dalla sezione Contatti!
Buon Lavoro! 😀
Avete tempo fino a Martedì 18!

NB: L’ ultima parte del prologo del prologo, dove i ragazzi si scontrano, non deve essere toccata.

Il Team di PIMH diventa Torched Skull Studio!

Immagine

Salve ragazzi!
Quando iniziai il progetto, più di un anno fa’ ero solo e lo sono stato per un bel po’ fino a quando a qualcuno non interessò la mia idea.

Il progetto fu prima iniziato, poi accantonato, poi ripreso, poi sospeso e alla fine, mettendomi d’ impegno e con volontà, sono riuscito finalmente a creare qualcosa!

Il gruppo si è ampliato ed è in continua espansione, da una persona siamo arrivati già a 5!

Ora il gruppo ha bisogno di un nome e di un logo ed ecco a voi i Torched Skull Studio!

CONTEST: Disegno e Grafica.

Salve ragazzi, 

Immagine

Ho visto che molti di voi si sono interessati al progetto e vorrebbero “lavorare” con noi, abbiamo deciso di creare un contest per premiare il disegno o la grafica più bella..!
Mandateci i disegni o le grafiche dalla sezione contatti scrivendo: CONTEST, il vostro nome e cognome e il vostro lavoro!
Provvederemo noi a organizzare tutto!  

Power in my Hands cambia cadenza di pubblicazione!

Fino ad oggi, ogni pezzo di storia di Power in my Hands veniva pubblicato ogni 2 giorni.

Iniseme a tutto lo Staff abbiamo deciso di pubblicare più testo (più o meno una pagina) ma ogni settimana per non fare troppa confusione!
quindi detto questo, ci vediamo Martedì prossimo alle 22:00 per la nuova parte di Power in My Hands (Da ora in poi abbreviato PIMH).

Intanto non perdetevi gli altri articoli sempre inerenti al progetto! 
Un saluto!