Capitolo 1: Incontro [PT4]

Anna rimase un po’ perplessa, com’era possibile che non ne sapesse nulla? Nonostante ciò cominciò a spiegare, e fissandolo negli occhi disse: —Devi sapere che l’organizzazione segreta chiamata Triple S, che “ripristinò” la corrente elettrica in tutto il mondo nel 2018, ora ha il pieno  controllo su ogni genere di comparto societario, perciò ogni cosa è in suo possesso; a partire da beni primari come la luce, fino a giungere anche al più insulso oggetto. Ora non so che ci facessero, o che intezioni avessero nel conoscere tuo padre, o per giunta che interessi e legami avrebbe tuo padre con loro; tanto che ingenuamente all’inizio pensavo che stessero facendo controlli a casa tua! Ma l’atteggiamento troppo sereno di tuo padre, non so, mi manda in confusione… Possibile che tu non abbia mai notato nulla di strano? Dove hai vissuto tutti questi anni!?—

Jake rispose: — Devi sapere che proprio nel 2018 io e mia madre siamo stati coinvolti in un brutto incidente d’auto.. Lei morì sul colpo, mentre io andai in coma per circa un anno. Per il resto io e mio padre abbiamo un rapporto che definirei quasi inesistente, se non fosse per il fatto che sono proprio suo figlio. Per questo parliamo poco e niente, e di conseguenza la sua vita privata mi è occultata tanto quanto lo è per te ora!—

Anna abbassò lo sguardo e con un tono un po intristito disse: —Mi dispiace.—

Lei guardò l’ orologio che aveva sul polso sinistro e disse sorpresa: — Cavolo! sono già le 10!— e continuò accennando un sorriso: — Senti, che ne dici se ora andiamo a dormire? Ne parleremo meglio domani mattina, quando saremo più freschi!—

Jake mostrò un leggero sorriso e poi disse: —Okay! Ma credo di dovermi fare una doccia prima, siccome mi sono allenato tutto il giorno!—

Così Anna gli prese qualche indumento del padre: una maglietta, una camicia e dei Jeans. Una volta dati i vestiti al ragazzo sistemò il divano che era in salotto per farlo dormire comodo. Jake era ancora molto pensieroso e si stava chiedendo che cosa sarebbe successo se non avesse offerto quella pizza alla ragazza, che cosa sarebbe accaduto se in quel momento non avesse deciso di spezzare la monotonia; una volta uscito dalla doccia si vestì e andò in salotto. Per lui l’ acqua calda e la luce erano cose normali, ma era vagamente cosciente del fatto che molti non avevano questi privilegi. Anna era li ad aspettarlo in salotto, il ragazzo la vide e mentre si asciugava i capelli disse: -Sai, visto che con questa crisi molti non hanno la luce, com’è che tu ce l’hai?-

la ragazza rispose con un tono un po’ serio: —Mio padre, prima di questa crisi, lavorava in un centro per lo sviluppo di nanotecnologie, era uno dei migliori nel suo campo. Con l’ avvento della crisi il CESNA (CEntro Sviluppo Nanotecnologia) di Hydem City chiuse per mancanza di fondi e di materia prima, ma mio padre continuò a lavorare in questo campo in privato e riuscì a stipulare accordi con delle aziende. Noi sospettiamo che tra queste aziende anonime ci siano naturalmente anche le “Triple S”, ma dobbiamo comunque produrre per loro, purtroppo dobbiamo sopravvivere in qualche modo. Mio padre è intimorito da questo. Infatti dopo che mia madre se ne andò, ha fatto in modo che ogni cosa qui non sia rintracciabile; e come se ufficialmente non esistessimo. Ora è a Dubai per un incontro con un azienda o una cosa del genere— abbassò per un secondo lo sguardo e disse ancora accennando un sorriso: —Comunque, meglio andare a letto ora, domani vedremo che fare, è pericoloso uscire a quest’ ora, ti ho sistemato il divano— Jake sia alzò senza dire nulla e si sedette vicino a lei sul divano, lei si alzò, posò la mano sulla spalla del ragazzo per un momento e disse con un dolce tono: —Buonanotte—.

Annunci

3 pensieri su “Capitolo 1: Incontro [PT4]

  1. Molto bello anche questo e scritto bene come l’altro, complimenti 🙂 a parer mio per dare un po’ più corpo all’opera potreste descrivere un po’ i paesaggi , le città . . . Così il lettore si incorpora 100% nel racconto e riesci ad immaginarsi completamente la scena 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...